Letti e riletti

Finalmente un’altra pagina!

Come più volte ho detto amo leggere,   amo l’odore dei libri, amo quelle frasi celebri e non,      amo quei vecchi proverbi che dicono tutto di moderno.   Non ho la presunzione di esprimere opinioni da critica letteraria ma lascerò solo le emozioni che ho provato nel leggere……

Vorrei iniziare questa pagina lasciandovi alcune frasi  tratte dal Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry.

slide52

Il tempo che hai perso per la tua rosa è ciò che fa la tua rosa tanto importante. (Volpe: capitolo XXI)

Ma gli occhi sono ciechi. Bisogna cercare con il cuore. (Piccolo principe: capitolo XXV)

tumblr_m6n1k933w91r4l8l1o1_500

non si vede bene che col cuore. l’essenziale è invisibile agli occhi

Un senatore romano come…investigatore

Ho scoperto Publio Aurelio Stazio, grazie alla moglie di un carissimo amico di mio marito, con la quale di tanto in tanto ci troviamo il sabato pomeriggio per prendere un the.       Ma chi è il Senatore Aurelio?                 E’ il protagonista assoluto di una serie di libri gialli ambientati nella Urbe Romana circa 40 anni dopo Cristo.   La scrittrice bolognese,   Danila Comastri Montanari,   ha dato vita ad un personaggio brillante, ironico, amante del gentil sesso, votato alla filosofia epicurea, circondato da liberti, che lo servono come se fossero ancora degli schiavi, ma a lui fedeli.

“Publio Aurelio Stazio, un detective in toga che non ha nulla da invidiare a Sherlock Holmes…” -L’Espresso
$T2eC16NHJHYFFkZRJYVUBS(Cor5et!~~60_35

dalla morte inspiegabile nell’arena di Chelidone, ha inizio un’inchiesta ad alto rischio per il nostro Senatore affidatagli dall’imperatore Claudio in persona…

prodest-quarta-indagine-publio-aurelio-stazio-319c70a8-68c5-49b4-8937-188858164694

una pedina di latrunculi, gli antichi scacchi romani ed un’orma insanguinata…..da qui partono le indagini del senatore romano

“Non abbiamo bisogno di sembrare sani, ma di esserlo veramente” – Epicuro

Beate quelle matrone, quelle liberte, quelle ancelle che hanno avuto la fortuna di conoscere il senatore investigatore!!!

Un caldo sabato pomeriggio

Una festa paesana, tante bancarelle con articoli di ogni genere, libri usati a prezzi stracciati, una copertina tra tante attrae la nostra attenzione, un libro da tempo cercato da Vale:     “Non ti muovere”  di Margaret Mazzantini.

Narra la storia di un amore, degli errori, del passato attraverso un monologo interiore rivolto alla figlia   di un padre, medico, Timoteo, in attesa al prontosoccorso di sapere le condizione della figlia dopo un incidente in motorino.

Nall’aspettare notizie riaffiora  alla mente la storia d’amore con Italia, una donna “scialba”, emarginata, che però riesce a coinvolgerlo  a tal punto da mettere in crisi il suo matrimonio

index

Un romanzo bellissimo, che ti prende pagina dopo pagina, in cui l‘amore è il vero protagonista.

“Una donna” di Sibilla Aleramo

Il libro pubblicato alla fine del 1906, “Una donna” è sicuramente uno dei primi libri femministi comparsi nel nostro paese. Romanzo autobiografico che racconta il dramma della figlia, della sposa, della madre, della donna.  Un grido d’accusa contro l’ottusità e la crudeltà della gente, contro le regole insensate che malgrado il tempo passato non abbiamo ancora la forza di cambiare.

Abbonizio52e519f0Un bellissimo fiore per una giornata importante, siamo donne non solo domani, ma ogni giorno della nostra vita meravigliosa, anche quando tutto sembra nero, quando tutto sembra insuperabile…..

manet-LeDejeunerSurLHerbe

Manet – Le dejeuner sur l’herbe


Botero – Ballerina alla sbarra

“Cercami tra le righe”

La lettura di questo libro scorre veloce, ogni pagina ti appassiona sempre di più, facendoti immedesimare nei protagonisti…..

Lei è Margherita, donna in carriera, determinata e sicura nelle proprie scelte.

Lui si racconta attraverso le pagine di un diario abbandonato su un treno.

cover

Il destino, sempre e solo il destino li metterà di fronte ad un bivio dove dovranno prendere una decisione importante diventando gli unici artefici del loro futuro…….

Grazie Marco!!!! Amico di lunga data

Da non perdere la loro prima grande fatica letteraria “Indice ad alto Rischio”

Per non dimenticare

“Storie di una staffetta partigiana”

31O79b4bkcL._SL160_PIsitb-sticker-arrow-dp,TopRight,12,-18_SH30_OU29_AA160_Libro autobiografico, racconta l’esperienza di Teresa Vergalli come “staffetta partigiana” della Resistenza. In sella alla sua bicicletta consegnava ai partigiani nascosti sull’Appennino emiliano messaggi con ordini, appuntamenti,  armi, vestiti, cibo e portava sostegno morale a quei ragazzi che come lei rischiavano la vita ogni giorno. Ma il suo ruolo di “staffetta” non è ancora terminato, infatti con questo libro Teresa Vergalli mette in contatto le generazioni di oggi e di domani con la realtà di quel tempo.

Una piccola libreria a Parigi

“Una piccola libreria a Parigi” di Nina George (Sperling & Kupfer, 2014)  è un romanzo dal gusto soave, delicato, piacevole e        scorrevole , ma allo stesso tempo non banale e scontato, anzi ricco di frasi che si sono rivelate spunto di varie riflessioni.

Una piccola libreria a Parigi

Jean Perdu ha cinquant’anni e una libreria galleggiante ormeggiata sulla Senna, la «Farmacia letteraria»: per lui, infatti, ogni libro è una medicina dell’anima.
Da ventun anni vive nel ricordo di Manon, il suo unico grande amore, sparita all’improvviso lasciandogli solo una lettera che Jean non ha mai avuto il coraggio di aprire.
Ora lui vive da solo in un palazzo abitato dai personaggi più vari: la portinaia che sa tutto di tutti, il giovanissimo scrittore in crisi creativa, la bella signora tradita e abbandonata dal marito.
Per oguno Jean Perdu ha trova la cura in un libro,  tutti tranne che per se stesso.
Alla fine decide di mettersi in viaggio per cercare la donna della sua vita, con la sua libreria galleggiante navigherà lungo la  Senna  verso la  Provenza e là troverà……
Un bel libro da leggere che sicuramente farà bene al cuore

Quello che i gatti insegnano alle donne

quello-che-gatti

Tra donne e gatti esiste da sempre una sottile affinità: infatti,  i gatti insegnano alle donne molto più di quanto loro stessi non apprendano dagli esseri umani.
Le incoraggiano ad assecondare il loro bisogno di indipendenza e a seguire il loro istinto, instaurando con loro un’amicizia duratura.
Compagni fedeli quando si attraversano periodi di crisi, quando la depressione annienta ogni interesse, i gatti possono instaurare rapporti sinceri anche con gli uomini che, in loro compagnia, si abbandonano a inaspettate tenerezze.

Un libro da leggere e da non dimenticarerisunok-koshki-11.jpg

“Due di due”

copj170.asp “Due di due”  narra l’amicizia fra Mario e Guido, due compagni di scuola.  Il primo è un adolescente come tanti, impaurito ma anche attratto dalla vita, succube  del carisma degli altri; il secondo  è entusiasta  della vita,  è diverso, diverso da tutti gli altri. Nonostante le differenze, però, l’amicizia di Mario e Guido prosegue  durante gli anni Settanta e Ottanta: a scuola e fuori scuola, fino all’età adulta, unisce e cambia per sempre le loro vite.

Ho trovato questa bella e significativa frase  sull’amicizia perduta….

“Non fa tanto male perdere un’amicizia, quanto aver la consapevolezza di non averla mai avuta” – Anonimo

“Un marito all’ora del tè”

images

Una  commedia piacevole e spiritosa , ma al tempo stesso interessante in quanto fa conoscere la vita in IRAN prima della rivoluzione e  dopo. I genitori di Mina  devo improvvisamente prendere la decisione di fuggire dalla loro patria     lasciando  amici e parenti per trasferirsi in America dove i loro figli potranno crescere liberi.

Mina era mezza addormentata quando sua madre Darya telefonò per dirle che aveva trovato il regalo perfetto per il suo venticinquesimo compleanno. «Si chiama signor Dashti» spiegò tutto d’un fiato. «Una laurea e un dottorato. Vive ad Atlanta. Sano come un pesce. Verrà domenica pomeriggio a prendere il tè. Per favore, Mina, niente scherzi stavolta. Ho calcolato tutto nei minimi dettagli. Mettiti il vestito color lavanda con la cintura nuova.» Mina riagganciò e tornò sotto le coperte. Un altro potenziale marito. Un’altra domenica pomeriggio da trascorrere sorridendo a un perfetto estraneo, con i suoi genitori in ghingheri, ansiosi di fare colpo.

Un ritratto magnifico del rapporto madre-figlia.

Tu sei speciale

Una storia per tutti

indexQuante volte ti sei chiesto: “Cosa pensano gli altri di me?”. Se , sentendoti giudicato dal mondo hai pensato di cambiare solo per far piacere a qualcun altro, allora lascia che questa  storia ti riveli una stupenda verità: “Tu sei speciale, così come sei!” . Una splendida favola adatta  a tutte le età, che tocca il cuore di tutti quelli che l’ascoltano: “È proprio vero, è proprio così!”: io sono speciale, così come sono! Il popolo di legno degli Wemmicks passa il tempo ad appiccicare stelline agli altri come apprezzamento e bollini grigi come disprezzo. Purtroppo il protagonista riceve solo bollini grigi fino a quando scoprirà  che i bollini non rimangano attaccati al  proprio corpo. Scoprirà il segreto in modo misterioso, incontrando qualcuno che gli dice: Tu sei speciale!

imagesimm.

Come piante tra i sassi

Immacolata (Imma) Tataranni, sostituto procuratore di Matera, un sabato mattina  è chiamata ad indagare sull’uccisione di un ragazzo di Nova Siri. Imma scruta, interroga, immagazzina dati: qualche volta inciampa, cade, come sugli irrinunciabili tacchi 12, qualche volta, proprio come con quelli, riesce a ergere lo sguardo oltre l’apparenza dei fatti. Ma viene anche descritta una Imma testarda, suscettibile,  coraggiosa, onesta, saggia, che si chiede: chi sono i nostri figli, che cosa   vogliono, che cosa fanno quando sono lontani da casa….. È una donna abituata  a non perdersi in chiacchiere e ad andare al sodo , come tutti gli abitanti della Basilicata.

  Un finale che non ti aspettavi, ma che ti fa riflettere….

 

Il giaollo di Ponte Vecchio

 

Un giallo a tutto tondo, un quadro attribuito al pittore Rosso Fiorentino che nasconde un segreto,  forse   la chiave per risolvere una serie di misteriosi delitti. Giuliano Neri è il protagonista assoluto di questa intricata vicenda, restauratore dalle capacità straordinarie, dove vicende personali  si intrecciano con la richiesta di aiuto del giudice Lapo Treschi, amico di vecchia data, nel trovare il colpevole di misteriosi delitti che stanno turbando Firenze.   Grazie all’abilità di Neri nel ritrovare nelle tele indizi anche minuscoli  per scoprire il mistero che si cela dietro un’opera i due amici riescono a risolvere il mistero del giallo di Ponte Vecchio lasciando il lettore col fiato sospeso fino alla fine.il-giallo-di-ponte-vecchio_4325_

 Il vero delitto è non leggerlo!