Sensibility

Riflettendo su alcune cose accadute negli ultimi tempi, mi sono posta una domanda: “ma quante volte la nostra sensibilità viene calpestata  dall’indifferenza, dall’invidia, dai comportamenti delle persone che ci sono vicine, che pensavamo condividessero con noi obiettivi, ideali o semplicemente la nostra amicizia?”

Cercando su internet, ho trovato un bell’articolo di Francesco Lamendola,  il quale afferma che “la sensibilità è un dono, un dono raro; le persone che la possiedono, sono portatrici di un bene prezioso…….”

Lamendola continua dicendo che  “La sensibilità è, anche, la parola giusta pronunciata al momento giusto, così come il silenzio affettuoso e partecipe, quando non vi sono parole adeguate alla situazione”.

Per quanto concerne il quesito ‘sensibilità: dono o condanna?’ Lamendola evidenzia come: “La persona dotata di sensibilità possiede una ricchezza in più, che la mette in grado di cogliere aspetti del reale i quali sfuggono ad altri, alimentando così incessantemente la propria profonda umanità”.

 

bg_blumenwiese_1

Sono così, sai, le persone sensibili. Sentono il doppio, sentono prima. Perchè, esattamente un passo avanti al loro corpo, cammina la loro anima. -Serena Santorelli-

Per i tuoi 18 anni

Fianalmente sono arrivati!!!! Sicuramente per te, mia piccola Gaia…….

Oggi Gaia, la nostra figlia minore, compie 18 anni. 18 anni passati velocemente (per noi), ferma sulle tue idee, sempre pronta al sorriso anche se un po’ permalosa, ti addormentavi sempre abbarcciata alla tua coperta rossa e con le tue piccole mani cercavi quelle di tua sorella. Sei diventata adulta, anche  se per noi non è facile accettarlo, sei la piccola di casa ed è così che ancora ti vediamo, con le tue incertezze, con le tue paure, con la tua voglia di vivere, con i tuoi sogni…..

Happy-birthdayBuon compleanno amore mio!!!!!

Buon complenno……Italia

Oggi, 2 giugno, si festeggia il 70° anniversario della nascita della Repubblica italiana.   Infatti  con  il referendum del 2 giugno 1946,  gli italiani chiusero la pagina della monarchia e aprirono alla Repubblica, oltre a votare i deputati che avrebbero successivamente preso parte all’Assemblea costituente.

“Il 2 giugno, è la festa della libertà di scelta……”, queste le parole del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, pubblicate sul Corriere della Sera di questa mattina. Pertanto 70 anni fa si tenne il primo voto a suffragio universale, i cittadini furono chiamati a decidere per il futuro del nostro Stato: monarchia o repubblica.

Il 2 giugno fu una data storica anche per un altro motivo, assolutamente primario: fu la prima partecipazione delle donne al voto, in ritardo rispetto ad altri stati non solo europei.

maxresdefault

uno dei momenti più attesi della cerimonia