La Befana vien di notte….

Eccoci, siamo arrivati, l’ultima festa si è consumata. Con l’Epifania si spengono le luci del Natale, le delicate palline di vetro vengono riposte nelle scatole pronte per essere di nuovo riutilizzate alla fine dell’anno….e così il tempo scorre solitario e innafferrabile.

Anche ieri di nuovo tutti insieme, questa volta a casa dei miei genitori, volevamo fare un pranzo un po’ spartano visto le vari abbuffate dei giorni precedenti, niente antipasti, pochi dolci e tanta verdura, una semplice tavola ci aspettava.

Poi la mattina, dovendo acquistare ancora dei piccoli regali, ho trovato in un negozio un cappello da befana tipo streghetta e non ho resistito…..

cappello da befana

un veloce ma simpatico centrotavola

WP_000337

la scopetta non poteva certo mancare

bacche rosse

bacche rosse e foglie del nostro giardino

La Befana, una figura a metà tra una strega ed una portatrice di doni, era “invocata” dalle mamme   per tenere buoni i bambini un po’ troppo vivaci.  Alcuni uomini (i cosiddetti Befanari) davanti alle loro bancarelle di  dolciumi, si mascheravano da Befana e facevano smorfie e versi ai bambini per spaventarli: i bambini però, incuriositi dall’aspetto truce della Befana ed attirati dai dolci, si riavvicinavano dopo pochi istanti al bancone e ricevevano dal Befanaro la calzetta piena di frutta secca, arance, mandarini, leccalecca e torroni.

 

WP_000333

nastri a qudretti sul cappello argentato

 

 

 

 

 

 

 

A presto!!!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...